logo

Scheda anagrafica

Homapege / I restauratori / Scheda Anagrafica
restauratrice

Laboratorio di Conservazione e Restauro Antica Maniera

Indirizzo sede legale
Corso G. Matteotti, 18
CAP 52031
Località Anghiari
Comune Anghiari
Provincia AR
Tel. 348 8615620
Fax 0575 8560206
e-mail anticamaniera@alice.it
sito web www.anticamaniera.it
Indirizzo sede operativa
Corso G. Matteotti, 18
CAP 52031
Località Anghiari
Comune Anghiari
Provincia AR
Tel. 348 8615620
Fax 0575 8560206

 

Scarica il curriculum 

 

Anno di nascita dell'azienda: 2002

L'azienda dispone di personale in grado di comunicare nella lingua straniera:
inglese

Il restauro si svolge prevalentemente su beni tutelati.

I materiali abitualmente sottoposti a restauro:
Legno

Gli oggetti abitualmente sottoposti a restauro sono:
Mobili, anche con la presenza di intagli, tarsie e laccature
Manufatti lignei di ogni genere dorati e policromi
Strutture ed elementi architettonici in legno
Supporti lignei

Macchinari o strumenti impiegati sono:
Attrezzature da cantiere Attrezzatura completa per falegnameria Utensileria Meccanica Apparecchiature diagnostiche, fotografiche e informatiche Attrezzatura per la disinfestazione in atmosfera modificata

Dettaglio dei principali cicli operativi (a seconda dei materiali / oggetti):
Diagnostica, Progettazione, Disinfestazione, Consolidamento, Integrazioni Rifacimenti, Lucudatura

Tecniche specialistiche impiegate sono:
Disinfestazione in atmosfera modificata e controllata con l'uso di azoto.
Rifacimenti o integrazioni di intaglio, tarsia e dorature.
Lucidature a gommalacca e cera, a tampone con tecniche tradizionali.

Sono utilizzati brevetti propri:
No

La ditta è specializzata nell'epoca:
Tutte le epoche.

La ditta ha ottenuto le seguenti certificazioni e/o attestazioni per la qualificazione delle sue attività:
Certificati di buon esito dei lavori e accreditamenti per la categoria OS2.

I principali lavori eseguiti negli ultimi dieci anni sono:
-restauro della struttura in legno delle vetrate del castello di “Galbino”, risalenti all’epoca liberty, in Anghiari. Cantiere seguito dalla “Soprintendenza per i Beni Architettonici, per il Paesaggio, per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico della provincia di Arezzo”; -realizzazione e restauro del coro della chiesa di “San Domenico” ad Arezzo, in occasione della ricollocazione del Crocifisso di Cimabue. Cantiere seguito dalla “Soprintendenza per i Beni Architettonici, per il Paesaggio, per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico della provincia di Arezzo”; -restauro della cantoria policroma,del portone in noce e parte dell’arredo ecclesiastico in legno policromo e dorato della chiesa di “S.Agostino” in Anghiari. Cantiere seguito dalla “Soprintendenza per i Beni Architettonici, per il Paesaggio, per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico della provincia di Arezzo”; - disinfestazione da insetti xilofagi del coro ligneo quattrocentesco, depositato nel Museo Civico di Sansepolcro, in atmosfera controllata con l’uso di azoto; Cantiere seguito dalla “Soprintendenza per i Beni Architettonici, per il Paesaggio, per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico della provincia di Arezzo”. Documentazione allegata: perizia giurata e certificato di buona esecuzione dei lavori; -restauro, disinfestazione da insetti xilofagi del supporto ligneo e ricollocazione nel luogo di provenienza del retablo dipinto risalente al secolo XVII appartenente alla Chiesa del castello di Gargonza, Montesansavino. Cantiere seguito dalla “Soprintendenza per i Beni Architettonici, per il Paesaggio, per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico della provincia di Arezzo”; - disinfestazione da insetti xilofagi in atmosfera controllata con l’uso di azoto e restauro conservativo di due angeli lignei dorati appartenenti al monastero di Camaldoli in provincia di Arezzo, per la mostra “Il fasto e la ragione. Arte del Settecento a Firenze” presso la Galleria degli Uffizi. Incarico assegnato dal dipartimento per l’arte del settecento della Galleria degli Uffizi. Cantiere seguito dalla “Soprintendenza per i Beni Architettonici, per il Paesaggio, per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico della provincia di Arezzo”; - restauro della cassa in legno policromo dell’organo di “Andrea Feligiotti” e della mensola della cantoria alla “Badia di S.Bartolomeo Apostolo” in Anghiari. Cantiere seguito dalla “Soprintendenza per i Beni Architettonici, per il Paesaggio, per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico della provincia di Arezzo”.

Tipologia di committenza:
pubblica, privata, soprintendenza, singoli, antiquari, enti locali, curia, parrocchie

 

 

Elenco per Nome

Consulta il Repertorio partendo dal nome del restauratore

VAI

Elenco per Materiale

Consulta il Repertorio partendo dal materiale che ti interessa

VAI

Elenco per Provincia

Consulta il Repertorio partendo dalla Provincia del restauratore

VAI